Celebrity Death poolCelebrity Death pool

Nel 2024, riflettiamo sul continuo fascino esercitato dai “celebrity death pools”, un gioco d’azzardo che, nonostante la sua natura macabra, continua a guadagnare popolarità. I ricavi del gioco d’azzardo, che hanno raggiunto cifre astronomiche negli anni precedenti, sono solo una piccola testimonianza di quanto gli esseri umani siano attratti da forme di scommessa, anche quelle più insolite.

I “celebrity death pools” combinano la passione per il gioco d’azzardo con il culto della celebrità. I partecipanti selezionano una lista di famosi che ritengono possano morire nell’anno, e guadagnano punti per ogni previsione azzeccata. Le regole variano: in alcuni pool, i punti si basano sul numero di persone che hanno scelto una determinata celebrità, mentre altri assegnano punti in base all’età della celebrità.

Anche se per alcuni può sembrare di cattivo gusto, chi gestisce e partecipa a questi giochi li considera un divertimento innocuo. “Non scommetti sulla morte in sé, ma sul ‘quando’ accadrà, visto che è inevitabile per tutti,” è il comune sentimento espresso da chi partecipa.

Per gli appassionati, il divertimento risiede nella ricerca e nell’attenzione costante alle notizie, mantenendo un occhio sulle condizioni di salute delle celebrità selezionate. La gestrice di un noto sito di death pool ci ha detto: “Seguire queste notizie ti rende più consapevole del mondo intorno a te. È una sfida costante.”

Questo genere di scommessa non è nuovo. Già nel 1400, le speculazioni sulla morte del Papa furono talmente esagerate da dover essere proibite. Oggi, i riferimenti ai celebrity death pools si trovano frequentemente in film e programmi televisivi, dimostrando la loro pervasività nella cultura popolare, come nel sito www.celebritydeathpool.co.uk.

Nonostante l’interesse apparentemente macabro, gestire un death pool è spesso un lavoro d’amore piuttosto che una fonte di guadagno. La maggior parte dei gestori mantiene il proprio lavoro principale, dedicandosi ai death pools come progetto secondario. I proventi sono generalmente destinati ai premi o al miglioramento dell’infrastruttura del pool.

Una delle sfide principali nella gestione di questi pool è determinare chi qualifica come celebrità. Alcuni pool richiedono che l’obituario della persona appaia in una pubblicazione approvata, mentre altri si affidano a una giuria per decidere. Queste decisioni possono influenzare notevolmente le possibilità di vittoria dei partecipanti.

Nonostante la loro natura controversa, i celebrity death pools continuano a catturare l’immaginazione popolare. Rappresentano un’insolita intersezione tra il fascino per la celebrità e l’innata propensione umana al gioco d’azzardo. Per molti, sono solo un modo divertente per aggiungere un po’ di brivido alla routine quotidiana. Per altri, rimangono di cattivo gusto. Tuttavia, la loro popolarità sembra destinata a persistere, testimoniando la nostra continua fascinazione per la vita e la morte delle figure pubbliche.

Mentre ci avviciniamo a un altro anno, per alcuni sarà di nuovo tempo di compilare le loro liste e piazzare le scommesse su chi, tra le stelle, ci lascerà nel 2024.

Di Dalagh The Red

Programmatore Esperto, Nerd Veterano, Mago di Internet, essere umano; sì, in quest'ordine. Giocatore da tempi immemori di Magic ha scalato le classifiche per oltre un decennio, non dimenticando le sue sessioni GDR con diverse modalità. Lui Lui

Lascia un commento Annulla risposta